Il solaio Green Code durante il raffrescamento

  • Brevi tempi di reazione grazie all‘installazione delle serpentine vicino alla superficie
  • Ciascun locale, anche singole zone, regolabili separatamente 
  • Risparmio di energia, in quanto la temperatura ambiente benessere percepita è maggiore di circa 2-3 K (ad es. 26 °C anziché 24 °C)
  • Maggiori temperature di mandata, in quanto il 100% della superficie del solaio è attiva – la superficie raffrescante non è ostacolata (nascosta) dal mobilio o dal rivestimento del pavimento
  • Elevatissima capacità di raffreddamento grazie alla combinazione di solaio e sistema parete Green Code
  • Il calore perduto può essere riutilizzato

Dati tecnici

  • Capacità di raffreddamento* 74,10 W/m² in conformità alla norma UNI EN 1264-2 | ∆t 10K
    Prestazioni maggiori (fio ad oltre i 90 W/m²) possono essere raggiunte a seconda della forma costruttiva, della scelta dei materiali, della distanza tra i tubi, della temperatura del sistema e del ∆t rispetto alla temperatura ambiente (anche operativa) e/o in presenza di carichi asimmetrici (ad es. nel caso delle facciate in vetro).
  • Percentuale di superficie attiva: 100%
  • Tempo di reazione a partire da circa 15 min

* Nota: nel dimensionamento dei sistemi di raffrescamento a soffitto occorre rispettare le avvertenze delle norme UNI EN 1264-3 e UNI EN ISO 7730. La Parte 5 della UNI EN 1264 illustra le resistenze supplementari alla convezione termica spontanea. Siamo a vostra completa disposizione per i calcoli.

Presto sarà più importante del riscaldamento

Presto sarà più importante del riscaldamento

Negli edifici con un elevato standard di isolamento, il raffrescamento sarà presto più importante del riscaldamento. Non solo negli uffici, ma anche negli edifici abitativi viene generata una grande quantità di calore mediante l‘irraggiamento solare, le lampade, gli apparecchi elettrici, i computer ed anche per la presenza delle persone, per cui la temperatura interna aumenta rapidamente in maniera sgradevole.

Green Code offre la soluzione ideale in un unico sistema per ogni stagione: la buona coibentazione della parete Thermowand non solo tiene lontano il freddo in inverno, ma anche il caldo d‘estate. Il calore sviluppato nell‘edificio può essere scaricato facilmente attraverso il solaio riscaldante/raffrescante combinato e le pareti attivate.

La veneziana esterna inoltre, integrata nella parete Thermowand, provvede all‘ombreggiatura delle finestre. Non preoccupatevi però: con il concetto Green Code non dovrete restare al buio con le veneziane chiuse nelle belle giornate estive – anche l‘irraggiamento termico originato dalle superfici delle finestre può essere compensato in maniera efficiente e con un‘ampia superficie di esercizio.

Con Green Code potrete usufruire di un clima abitativo e di lavoro ben temperato con un consumo di energia comparabilmente ridotto. Il miglior bilancio energetico si ottiene quando l‘energia proviene dal tetto. 

Struttura del solaio Green Code durante il raffrescamento

green Code

Struttura del pavimento con isolamento anticalpestio e massetto
Elementi di coibentazione
Calcestruzzo gettato in opera
I canali di alimentazione e di scarico dell'aria
Guscio inferiore prefabbricato in calcestruzzo
Serpentine tubolari