Il solaio Green Code durante il riscaldamento

  • Brevi tempi di reazione grazie all'installazione delle serpentine vicino alla superficie
  • Ciascun locale, anche singole zone, regolabili separatamente
  • Riduzione dei costi di riscaldamento, in quanto la temperatura ambiente benessere è inferiore di circa 3 °C (6% circa di risparmio ogni 1 °C)
  • Minori temperature di mandata, in quanto il 100% della superficie del solaio è attiva – la superficie riscaldante non è ostacolata (nascosta) dal mobilio o dal rivestimento del pavimento
  • Ideale per il recupero rigenerativo dell‘energia, mediante ad esempio le pompe di calore o gli impianti solari termici, in quanto è necessaria una ridotta temperatura di mandata
  • Sensazione di calore particolarmente piacevole grazie al riscaldamento uniforme di tutti gli oggetti per irraggiamento termico
  • La polvere non si solleva grazie alla ridotta corrente ascensionale di aria calda
  • Non si verifica la stratificazione dell‘aria, bensì si sviluppa un calore uniforme
  • Maggiore umidità relativa = tutela della salute (le mucose si disidratano meno)

 

Dati tecnici

  • Potenza calorifica* 82,34 W/m² in conformità alla norma UNI EN 1264-2 | ∆t 15K Prestazioni maggiori (anche oltre i 120 W/m²) possono essere raggiunte a seconda della forma costruttiva, della scelta dei materiali, della distanza tra i tubi, della temperatura del sistema e del ∆t rispetto alla temperatura ambiente (anche operativa).
  • Percentuale di superficie attiva: 100%
  • Tempo di reazione a partire da circa 15 min

 

*Nota: nel dimensionamento dei sistemi di riscaldamento a soffitto occorre rispettare le avvertenze delle norme UNI EN 1264-3 e UNI EN ISO 7730. Siamo a vostra completa disposizione per i calcoli.​

Il ricircolo di aria-polvere, e le forti differenze di temperatura nel riscaldamento convenzionale a convezione con la consueta distribuzione della temperatura.
Il ricircolo di aria-polvere, e le forti differenze di temperatura nel riscaldamento convenzionale a convezione con la consueta distribuzione della temperatura.
Distribuzione della temperatura e riscaldamento uniformi con il solaio Green Code senza ricircolo dell‘aria.
Distribuzione della temperatura e riscaldamento uniformi con il solaio Green Code senza ricircolo dell‘aria.

Polvere di casa, convezione e salute

A seconda della loro struttura, i radiatori normali cedono il calore sotto forma di irraggiamento termico solamente in piccola parte. La maggior parte del calore viene ceduto all‘aria circostante, l‘aria calda sale verso il soffitto, e quella fredda fluisce verso il basso. Tutta l‘aria del locale inizia a circolare, inoltre i corpi presenti (pavimento, parete, sofà, tavolo, ecc.) vengono riscaldati solo dall‘aria di passaggio, e sono quindi sempre più freddi dell‘aria stessa. Le differenze di temperatura dell‘aria dall‘alto verso il basso sono notevoli, e ciò viene percepito rapidamente come un disagio.

Anche l‘aria adiacente al solaio Green Code viene riscaldata – ma dove va a finire? Essa si trova infatti già in alto, e forma un sottile cuscinetto di aria calda sotto il soffitto. Il calore non viene scaricato, e l‘aria non inizia a circolare. L‘energia termica deve quindi essere ceduta al locale sotto forma di irraggiamento termico. Tutti i corpi presenti nel locale (pavimento, parete, sofà, tavolo, addirittura i vetri delle finestre) assorbono questa energia termica, per cui alla fine sono tutti più caldi dell‘aria. L‘aria si riscalda in corrispondenza dei corpi, e non viceversa.

Struttura del solaio Green Code durante il riscaldamento

green Code

Struttura del pavimento con isolamento anticalpestio e massetto
Elementi di coibentazione
Calcestruzzo gettato in opera
I canali di alimentazione e di scarico dell'aria
Guscio inferiore prefabbricato in calcestruzzo
Serpentine tubolari